• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La camminata nordica è un ottimo sistema per mantenersi in forma e in allenamento aerobico in ogni età ed in ogni stagione
Abbigliamento sportivo per il fitness
Una nuova attività di fitness orientata al movimento in acqua.
sportivissimi!

Il Nordic Walking, o camminata nordica, è definita come una camminata rapida utilizzando appositi bastoncini, simili a quelli utrilizzati per il trekking. Sebbene tale definizione venga ormai utilizzata da anni, questo sport è stato riconosciuto come tale solo dal 1997, anno di pubblicazione del libro "Sauvakävely" di Marko Kantaneva. Il concetto originale della camminata nordica è stato sviluppato partendo dalle modalità di allenamento fuori stagione per lo sci di fondo, di qui la descrizione degli esercizi, come svolgerli, le motivazioni di carattere anatomico e fisiologico e le specifiche caratteristiche delle attrezzature. Le cadenze degli arti e del corpo sono simili a quelle della camminata veloce, gambe e braccia opposte si alternano ritmicamente, oscillando in avanti e all’indietro. L’ampiezza del movimento delle braccia è coordinato con l’ampiezza del passo, ed è importante impiegare il ritmo e la cadenza corrette della camminata nordica fin dall’inizio, affinchè si possano raggiungere i risultati desiderati. 

Il Nordic Walking è diffuso in oltre quaranta paesi al mondo con un numero di praticanti in costante e rapido aumento. In Italia la camminata nordica è arrivata nel 2003 ed anche da noi è in rapida diffusione con una grande crescita in termini di popolarità. 

Rispetto alla normale camminata, la Nordic Walking, o camminata nordica, comporta l’applicazione di una forza sui bastoncini ad ogni passo, convolgendo l’intero corpo e determinando l'utilizzo di fasci muscolari del torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali, solo parzialmente impiegati durante la normale camminata.
Dal punto di vista energetico la Nordic Walking può generare un incremento fino al 46% nel consumo di energia rispetto alla camminata classica senza bastoncini, con un miglioramento della tonicità muscolare del tronco superiore. Il coinvolgimento della muscolatura del tronco superiore genera effetti positivi di molto superiori a quanto ottenibile in una normale camminata:

- aumento della forza e resistenza nei muscoli principali e nel tronco superiore
- miglioramento dell'efficienza dell’apporto di ossigeno
- maggior facilità nella risalita di pendii
- riduzone significativa degli sforzi su anca, ginocchio e caviglie e in genere sulla struttura ossea
- consumo di maggior quantità di calorie
- miglioramento di equilibrio e stabilità

Per svolgere questa attività correttamente servono attrezzature specifiche per il Nordic Walking. I primi bastoncini erano pesanti e con un lacciolo semplice e non avevano molto in comune con quelli attualmente utilizzati nella camminata nordica. Il puntale del bastoncino è in metallo, ma in caso di uso su asfalto, la punta in metallo viene ricoperta da una protezione in gomma. I bastoni per camminata nordica sono più corti di quelli utilizzati nello sci di fondo da cui originariamente derivano. 

E' da sottolineare l'importanza della scelta corretta dei bastoncini, con particolare riguardo alla loro lunghezza, infatti un errata lunghezza può aumentare lo sforzo sulle articolazioni di ginocchia, anca e schiena, diminuendo l’efficacia della camminata nordica. I bastoncini per la nordic walking sono realizzati sia in un pezzo unico, non regolabile, che in due elementi telescopici, bloccabili e regolabili in lunghezza. I bastoncini per la camminata nordica hanno infine impugnature dotate di speciali laccioli conformati, una specie di guanto senza dita, per premettere la trasmissione della spinta attraverso il lacciolo, evitando di dover stringere l’impugnatura con troppa intensità.
A differenza dei bastoncini da trekking, sono dotati di inserti in gomma removibili per impiego su asfalto o comunque su superfici dure, e di puntale in metallo per l'impiego su terreni, neve o ghiaccio. La maggior parte dei bastoni è realizzata in materiale leggero: alluminio, fibra di carbonio o materiali compositi. Esistono poi calzature particolarmente indicate e talvolta anche specificatamente progettate per la camminata nordica.

La scelta dell'equipaggiamento è, come in tutte le attività sportive e salutari, importante. Per quanto riguarda i bastoncini occorre porre particolare attenzione al materiale, che deve essere leggero, e alla forma dell’impugnatura che deve essere ergonomica e adattarsi al palmo della mano, senza presentare asperità o ruvidità al tatto se usata a mani nude. Il lacciolo deve sostenere bene il braccio e deve consentire un movimento naturale del bastoncino seguendo il movimento del corpo, senza stringere e impedire così la normale circolazione sanguigna.
L'altezza indicativa del bastoncino dovrebbe essere quella in cui, impugnandolo e posizionandolo in posizione verticale di fronte a noi, il gomito forma un angolo di circa 90°. La regolazione nei bastoncini telescopici permette poi di adattarne la lunghezza in funzione del carico più o meno intenso che si vuole attribuire alla braccia: allungandolo di circa 5 cm. in più rispetto alla misura ideale per aumentare il carico e il lavoro, di circa 5 cm. in meno per ridurre il carico sul bastoncino, ad esempio per i principianti.

 

 x 
Carrello vuoto